Come scegliere le migliori scarpe da running

Scegliere le migliori scarpe da running non è così semplice come si possa pensare: anzi, si tratta di una decisione che richiede la massima attenzione, dal momento che va a incidere sulla salute e sul benessere di chi corre.

Poiché sul mercato sono davvero numerosi i modelli a cui si può fare riferimento, vale la pena di conoscere le possibilità a disposizione, per trovare la soluzione più in linea con le proprie esigenze, con le proprie abitudini di corsa e con le proprie caratteristiche fisiche

Che si entri in un negozio di San Lazzaro di Savena o di qualsiasi altra città, si possono trovare le migliori scarpe da running suddivise in ben sette categorie differenti: le minimaliste A0, le superleggere A1, le intermedie A2, le scarpe con massimo ammortizzamento A3, le stabili A4, le trail running A5 e le chiodate – specialistiche A8.
Le minimaliste A0
sono raccomandate a chi è in cerca di calzature molto leggere: in effetti il loro peso si aggira tra i 150 e i 300 grammi, e questa caratteristica è ricercata per agevolare il miglior movimento naturale possibile, a tutto vantaggio delle articolazioni del piede: con tali scarpe è più facile correggere eventuali problemi di postura, anche perché viene assicurata una ottimale posizione biomeccanica del piede.

Optando per le superlsport-shoe-1470061_960_720eggere A1, invece, si ha a che fare con scarpe consigliabili per partecipare ad allenamenti e gare caratterizzati da un ritmo sostenuto: pesano non più di 250 grammi e vantano un significativo ritorno elastico. Essendo molto flessibili, sono indicate per i runner più veloci che non hanno problemi dal punto di vista degli appoggi.

Mentre le intermedie A2 hanno il pregio di garantire un livello di ammortizzamento più che buono, le scarpe A3 sono decisamente diffuse, scelte soprattutto da coloro che impiegano dei plantari personalizzati o da corridori con appoggio supinato.

Per scegliere le migliori scarpe da running è opportuno prendere in considerazione anche le stabili A4, che sono studiate in maniera specifica per risolvere gli eventuali problemi di pronazione eccessiva, e le trail running A5, che nella maggior parte dei casi sono impermeabili e assicurano un elevato livello di traspirazione.

Infine, per chi ha esigenze speciali ci sono le scarpe chiodate A8, che – come si può intuire – vengono adoperate soprattutto nelle varie specialità su pista e presentano i chiodi sull’avampiede, di lunghezza diversa – 6, 9.5 o 12 mm – in base all’uso che se ne deve fare.

About FashionSecret

Rispondi